Italiani accusati di razzismo

Volano accuse di italiani razzisti dopo alcune aggressioni capitate ai danni di stranieri, tra cui rom e neri. L’ultimo fatto di cronaca di cui ancora si sta parlando è l’aggressione all’atleta italiana di origini nigeriane Daisy Osukaue che è stata ferita ad un occhio a causa del lancio di un uovo. L’atleta ha rischiato di non poter partecipare agli europei di atletica a causa del suo stato di salute ma per fortuna sembra che questo pericolo sia scampato. Certo è un dispiacere ciò che è successo e non ci si può esimere dal notare il colore della pelle della donna, ma da qui a scagliare accuse di italiani razzisti ce ne passa. Subito il via all’allarmismo per paura che si fosse creato un gruppo di pericolosi neo-fascisti seguaci di Salvini, invece si è trattata di una bravata di tre ragazzini. I carabinieri di Torino sono riusciti in breve a fare luce sul caso e a trovare i colpevoli, tre ragazzi italiani poco più che maggiorenni. Questo non giustifica assolutamente il loro comportamento ma loro stessi hanno ammesso che il motivo non è stato odio razziale ma una semplice bravata. Infatti, non era la prima volta che avveniva il “lancio delle uova”. Oltretutto uno dei ragazzi colpevoli della bravata è il figlio del consigliere del Pd di Vinovo Roberto De Pascali. Quindi questi terribili neo-fascisti arrivano proprio dal PD che tanto critica l’ideologia salviniana.

Italiani razzisti quelli che hanno votato Salvini?

Insomma queste accuse vanno a toccare proprio quella maggioranza degli italiani che hanno liberamente votato per la Lega alle ultime elezioni. Forse i cittadini sono stufi delle prese in giro dei Governi precedenti che hanno permesso che il nostro Paese diventasse la terra di attracco per qualsiasi immigrato. Sia coloro che avevano diritto e vere ragioni di ricevere asilo sia sbandati e delinquenti che hanno portato situazioni di degrado e delinquenza nelle nostre città. Se siamo arrivati a guardare così con sospetto al prossimo forse una ragione ce l’abbiamo anche noi. Oppure le aggressioni o le offese contro gli italiani sono giustificate e quando invece capitano nei confronti di neri o rom si tratta subito di razzismo? Spesso succede di dover stare attenti a ciò che si dice quando ci si rivolge a rom o neri perché subito scattano accuse come italiani razzisti. C’è ormai troppa suscettibilità sul tema e anche la stampa ci mette lo zampino per far diventare un qualsiasi incidente – che giustamente deve trovare punizione e giustizia – un caso mediatico.